Crea sito

Italia SINISTRA, ovvero come ti distorco la realtà

A Dalla Vostra Parte, trasmissione in onda su Rete 4 e condotta da Maurizio Belpietro, la curiosa vicenda accaduta ad una donna di Padova. Recatasi in visita al figlio in automobile, ha parcheggiato il veicolo, ma senza chiudere a chiave la portiera. Al suo ritorno, ha ricevuto un’incredibile sorpresa: la presenza di una multa sul parabrezza della macchina. La motivazione? Lasciare un’auto aperta e incustodita è un’infrazione del codice della strada. L’importo della contravvenzione non è esorbitante, 28,70 euro. La donna ha subito regolarmente pagato e con un misto di incredulità e fastidio, ha chiesto spiegazioni al vigile, la cui risposta è stata: “Signora, quel che lei ha commesso si chiama istigazione a delinquere“. Sbigottita, la donna ha così replicato e ironizzato amaramente: “E se la centralina fosse stata forzata e malfunzionante? Un vigile non può aprire la portiera della mia macchina. Se ho un uccellino in casa e lascio la finestra aperta cos’è? Istigazione alla caccia?”.

About the author

Related

  • monrefuge

    potrei spararti solo baci.. :))

  • Anche lasciare l’auto chiusa , ma con i finestrini aperti è multabile.

  • oly64

    😀 Sinceramente non lo sapevo. Meno male la mia, dopo qualche secondo, si chiude da sola; altrimenti ne beccherei a decine.

  • monrefuge

    anche l’omicidio c’è da che mondo è mondo, dunque che si fa, ci si fa scannare dalle bestie perchè noi giustifichiamo tutto? Vai avanti tu che a me vien da ridere.

  • monrefuge

    dunque io contadino devo mettere guardie nelle mie piantagioni per custodire ciò che è mio ad evitare di venire derubato?
    Dunque lo slavo che si introduce nell’appartamento di una vecchina che si trova in ospedale e “occupa” l’abitazione lo fa a buon diritto perchè la vecchietta non ha sorvegliato la casa?
    Hai un concetto molto pittoresco di società civile.

    • enrica

      Oh…che c’entra la vecchietta col codice della strada? Se gliela occupano, si rivolga alla polizia.il caso è diverso…

      • Ok, non c’è problema, lasciamo che il tizio occupi l’appartamento. Io chiedo solo di avere una speciale licenza,e, come libero professionista , pagato dal proprietario, mi occuperei di “disoccuparlo”.
        Con estremo pregiudizio.
        Faccio sconti per palazzi da 5 piani occupati da “abbronzati”, dovete solo pagarmi le munizioni ed un tanto a scalpo.
        Vedrai che dopo un po le case le puoi lasciare con la porta aperta, e le mamme per spaventare i bimbi e costringerli a mangiare diranno che sennò arriva “l’uomo bianco”.
        Volete un racconto?

        • Mettiti in fila ragazzo: c’ero prima io! E a catalogo ho anche lo “sniper da matrimonio” per quei padri che soffrono a vedersi portar via la figlia: un secondo dopo la firma dei tesimoni, PUM! Sposo seccato sull’altare! E la neo sposa diventa neo vedova con tanto di eredità da risquotere, se hanno la comunione dei beni naturalmente! Prezzi modici e garanzia di non far soffrire lo sposo.

          Questo mese promozione antipicchetti: hai un’azienda? Il sindacato ha dichiarato uno sciopero e picchetta i cancelli? 1.500€ e il problema è risolto! (Optional esclusi)

          • Sindacato ! sindacato! Uniti i lavoratori vinceranno, soprattutto se sono liberi professionisti bene armati. Poi, se qualcuno non pagasse la fattura alla scadenza esatta , si vedrebbe arrivare il plotone dei Sindacalisti.
            “Sono Nuke, risolvo problemi. TU sei un cazzo di problema…”

        • monrefuge

          Guai a te se non lo fai!

        • enrica

          I racconti son sempre graditi..del resto anche quello che hai scritto sopra altri non e’ che un racconto, su come affronteresti i problemi in un mondo immaginario…alla far west…pim pum pam….;-)

          • Immagginario? Forse per il momento, se non stai attenta ti sfido a duello. Come arma scelgo una spada medioevale lunga un metro e mezzo e cinque chili di peso. Visto che uomini e donne sono uguali, come recita la teoria gender, non credo avrai problemi a sollevarla.

            • enrica

              per il duello: posso mandare mio figlio? si usava un tempo scegliere il proprio campione…;-)
              per cio’ che riguarda la teoria gender…non concordo: uomini e donne sono diversi sotto taluni aspetti genetici e storici: rivendico l’assoluta parita’, ma non l’uguaglianza.

              • Nel caso cambierei arma, che ne dici di due grossi cuscini? pace? Mai detto che le donne non meritino la parità, ma per parità intendo le stesse possibilità. Che si diano da fare come i maschi e dimostrino quello che sanno fare. Quello che odio sono le quote obbligatorie per legge, un tot di donne, un tot di negri e di finocchi, e così via. Non solo queste quote maledette sono un segno di protezionismo che invece empatizza la presunta inferiorità di una minoranza. però tolgono la possibilità di accedere a posti meritevoli o a corsi di studio alle persone migliori. Per esempio, se gli ingegneri in USA sono per il 99% bianchi, asiatici o ispanici c’è un motivo, e non è il preteso “schiavismo” dei neri, è che questi ultimi per la maggior parte non sono in grado di ottenere la lauree in ingegneria.
                Rimanendo in ambito militare le donne, essendo relativamente e mediamente meno forti e veloci dei maschi, non sono generalmente adatte a occupare ruoli tipo la forza speciale o il soldato d’elite. Però come cecchino e come addetto al lancio di missili sono senz’altro meglio, sempre mediamente. Come avrai capito la questione mi appassiona. In fondo pure io da giovane ero politicamente corretto e “bacianegri”, come adesso chiamo quelli che erano come me, abbacinati dalla propaganda buonista del cazzo. Poi mi sono ricreduto, e ho scoperto un sentimento che non conoscevo. Si chiama integrità. Ovvero ad un certo punto ti svegli e sai che cosa sei , ovvero un bianco eterosessuale, e riconosci che, nel bene o nel male sono stati i bianchi eterosessuali a dare la forma al mondo che conosciamo, e lo hanno fatto accoppando quelli che si mettevano in mezzo. Però non sei stato tu a farlo, dato che sono fatti accaduti anni fa, e , persino i bianchi eterosessuali di destra si sono accorti che le donne , l’altra metà del cielo è bella tosta, e che i cinesi, se non stai attento, ti fanno un culo così, sia maschi che femmine. Però, e c’è un però, neri e froci sono una altra cosa, e , se permetti non devono rompere le palle. Possono, e devono avere gli stessi diritti, doveri ed opportunità, ma niente altro, e che nessuno si azzardi a dire che LORO sono superiori. E, dato che dare ai froci ed ai negri gli stessi diritti e doveri dei bianchi è “razzismo” , ovvero i buonisti del cazzo vogliono convincerti che loro sono “meglio” e devono avere dei privilegi per la loro frocità e la loro negritudine… come ricompensa per fatti brutti brutti accaduti secoli fa, e di cui tu non sei responsabile. beh, adesso capisci il problema americano attuale.

                • enrica

                  Anche a me il tema appassiona. Da dove comincio? Temo di dover ripetere cose già dette.
                  Prima di tutto: è vero che la parità non è uguaglianza, pure tu ammetti che certe abilità sono caratteristica più di un genere, che dell’altro. Utili entrambi, ma complementari. Le diversità di genere non si possono cancellare in breve tempo, quando frutto di millenni di condizionamento; altre non si possono cambiare tout court perchè a livello genetico. E mentre questi condizionamenti, dovuti al predominio maschile millenario si compivano sulla realtà femminile, i maschi costruivano la società a loro misura. Se le lotte per i diritti femminili hanno fatto breccia nel comune sentire, d’altro canto la realtà lavorativa non ha seguito l’ evolversi del mutamento. Le donne sono entrate nel mondo del lavoro ritagliato sugli uomini e ciò ha comportato un grande sacrificio per donne che erano anche madri e mogli….dirai anche i maschi sono padri e mariti. Certo ma la casa i figli l’organizzazione domestica sono precipuamente sulle spalle delle donne, quindi una lavoratrice si ritrova a svolgere due mansioni, poi nel lavoro deve combattere coi pregiudizi sul suo sesso, quindi altra fatica, non parliamo della maternità, che sconvolge e condiziona per mesi e mesi questa lavoratrice in competizione con maschi…sono convinta che le lotte femministe avrebbero dovuto esigere un cambiamento radicale del mondo lavorativo, rispettoso delle peculiarità femminili. Le quote rosa altro non sono che un tardivo accorgimento per invogliare le donne a ricoprire certi ruoli…ma per me sono mezzucci artificiosi.
                  Una donna che sceglie di avere una famiglia non potrà mai competere ad armi pari con un uomo…quindi o la si mette in condizione di poterlo fare, ( come?? Togliendole dalle spalle tutto il peso della famiglia…) oppure vi sarà sempre una disparità di resa, impegno, concentrazione.
                  Meglio sarebbe il riconoscimento delle abilità complementari, degli interessi diversi ed usarli per ottimizzare il lavoro nella società.
                  Per quanto riguarda neri e gay…non ho mai sentito nessuno dichiararli superiori..certo che possono essere spesso bersaglio per l’intolleranza dell’estremismo razzista…per questo occorre proteggerli….ma non certo usando favoritismi.
                  I neri sono diversi: né superiori, né inferiori…hanno un diverso vissuto, che li ha resi adatti a vivere nelle loro terre. Terre spesso e volentieri razziate e spogliate da uomini bianchi arroganti, senza scrupoli, cui una religione ha istillato il preconcetto di superiorità razziale.
                  Non parliamo dei gay….fino a poco tempo fa perseguiti penalmente anche nel nostro mondo così civile. I gay sono individui che hanno avuto una diversa maturazione del sistema nervoso centrale al momento della differenziazione sessuale… è una caratteristica genetica, è presente anche negli animali è cosa del tutto naturale. Le religioni rivelate l’hanno contrastata in ogni modo, creando dei pregiudizi lunghi a morire.
                  I gay sono persone come le altre, chi li perseguita , chi li condanna..di solito è perché ha paura di essere come loro …anche se non lo ammetterebbe mai nemmeno a se stesso.
                  Hanno i diritti e i doveri di tutti gli altri.

        • Gengis Cane

          Graie per lasciare il profilo aperto. Apprezzo molto seguirti. Guarda che quel che hai detto non è paradossale: sono sicuro che sarà l’evoluzione naturale delle decisioni di pugnetta-di-ferro Minniti in tema di sgomberi. I proprietari non accetteranno certo l’appartamento occupato con la complicità e il placet del governo. Come fanno i cravattari a convincere i debitori a pagare? Ecco, allo stesso modo si formeranno gruppi a cui rivolgersi per liberare gli appartamenti.

      • monrefuge

        Oly 2 il ritorno!
        Ricordi quando sostenevo che non sempre eri tu ad intervenire su excite, quando dicevo che, a volte, sembravi un uomo?
        Sembri avere due personalità, quella femminile, che io amo, misurata, moderata, ragionevole, acuta, intelligente, e quella maschile, da olio di ricino (tanto per schiarirGLI le idee).

        • enrica

          confesso: dipende da quale piede infilo prima nelle cibatte al mattino : se infilo prima la sinistra sono “maschile”, altrimenti, sono “femminile”…hahahahaha
          ma daiiii…;-)
          sono sempre io, a volte mi va di discutere di piu’…a volte meno….e dipende anche dagli argomenti…
          qui mi pare proprio un argomento atto solo a sollevare polvere…
          pretestuoso al 100%…
          c’e’ una norma di un codice, atto a tutelare la sicurezza di chi fruisce dei luoghi pubblici con la sua automobile…certi comportamenti vanno sanzionati in base alla legge…se i cittadini non ritengono giusto, si uniscano e chiedano agli organi competenti di discuterne ed eventualmente cambiare tale norma.
          mi pare appunto pretestuoso tutto questo chiasso, sollevato poi da belpietro, che fa una trasmissione “fuffosa”…solo per esacerbare gli animi…

          il problema delle multe facili, per rimpinguare le casse comunali, credo esista veramente…pero’ le multe non sono inventate, alla base c’e’ sempre da parte del cittadino, una non osservanza del codice…
          e anche qui, e’ contemplata la possibilita’ di contestazione…

          • monrefuge

            ma spesso i codici sono fatti in modo da provocare multe facili, come nella fattispecie. Io non contesto la regola in sè ma i banditi che l’hanno inventata.

            • enrica

              Non nego l’eccesso di multe per “fare cassa”….l’ ho già detto. Nella fattispecie multare uno che lascia l’auto incustodita, dovrebbe educare la gente a non farlo più, perché questo? Perché già allo stato viene a costare una cifra perseguire i ladri, se poi i cittadini non collaborano, sono distratti, incuranti e poi pretendono che i ladri vengano scovati ed acciuffati, quando se loro avessero chiuso l’auto il ladro non sarebbe riuscito a compiere il furto, capisci anche tu che i costi del lavoro della polizia lievita, con ripercussioni economiche su tutta la comunità.
              Mi pare semplice.

              • monrefuge

                evidentemente vivi in un mondo ovattato, in penombra, in un limbo lontano dalla realtà, altrimenti dovresti sapere che un’auto te l’aprono in meno di 10 secondi.

    • Negli USA funziona MOOOOOLTO diversamente! 😀 😀 😀

  • L’obbligo di chiudere l’auto è un’altra cosa, mentre la signora è stata multata per ISTIGAZIONE A DELINQUERE, cosa che non sta né in cielo né in terra:

    1) l’istigazione prevede una PRECISA richiesta di azione delittuosa di un soggetto nei confronti di un altro soggetto

    2) ci deve essere l’illecito o il delitto: io istigo tizio a rubare lauto e questi effettivamente la ruba,.

    In questo caso non c’è stata né la precisa richiesta da parte della signora né tantomeno il furto, dato che il vigile ha (presumibilmente) applicato la multa sul parabrezza dell’auto e, maggiore ancora, non v’è denuncia del tutto dell’auto. Se la signora avesse voluto rincorrere contro la sanzione avrebbe avuto gioco facile dati i presupposti della causa.

    Ma per 38 euro nessuno si impegola in processi e avvocati, così gli enti locali continuano con le loro RUBERIE, e diritto e principio vanno a farsi fottere!

    • enrica

      Leggiti l’articolo del codice..e non dirmi che il codice della strada è opera dei sinistri…

      • L’istigazione a delinquere fa parte del codice penale ed è un reato penale, regolato dagli artt. 115, 266, 302, 303, 322, 414, 415 e 580; tra l’altro l’azione del vigile potrebbe ricadere nell’istigazione a commettere contravvenzioni, punibile con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 206 euro, prevista dal legislatore per limitare la tentazione dei comuni a fare cassa con le multe e per regolare gli autovelox la cui gestione è appaltata a società private. Naturalmente il legislatore ha, come da prassi italica, lasciato stabilire al giudice (ah se avessimo anche noi common law e giuria giudicante) chi è l’istigatore, così sindaci e comuni, soprattutto se politicamente allineati, son sempre salvi!

        • enrica

          Cito da un articolo apparso su una rivista del settore automobilistico, in cui si discuteva prorpio della questione:

          “l’art. 158 del Codice della Strada, il quale precisa al comma 4 che
          “durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare le opportune
          cautele atte a evitare incidenti ed impedire l’uso del veicolo senza il
          suo consenso”. In sostanza, il conducente deve fare il possibile per
          dissuadere i malintenzionati, attraverso l’adozione di tutte quelle
          cautele necessarie a tutelare il proprio bene dall’intrusione altrui o
          da rischi correlati. Trattandosi di una norma aperta, che non esplicita i
          singoli comportamenti sanzionabili, la multa puo’ essere comminata per
          fattispecie diverse.

          Anche lasciare il finestrino abbassato espone al rischio di una sanzione
          ( multa da 41 euro!) così come lasciare le chiavi nell’auto, poichè si
          tratta di situazioni che pongono a rischio il proprio veicolo del quale
          potrebbe facilmente appropriarsene altro soggetto senza il consenso del
          proprietario.

          La norma intende tutelare che dei veicoli non ne venga fatto
          un uso contrario alla legge: simili comportamenti, infatti,
          sembrerebbero porre in essere una sorta di “induzione a commettere
          reato” e dunque è sul conducente che ricade l’onere di porre in essere
          tutte le accortezze necessarie ad impedirlo. Ancora, non sono rari i
          casi in cui per dimenticanza si lascia l’auto aperta, dunque facilmente
          accessibile da chiunque. Anche in questo caso la multa è dietro l’angolo
          e nulla si può eccepire alla sanzione in quanto questa è legittimata
          direttamente dal codice della strada.”

          • monrefuge

            ed è proprio ciò che sostengo, lo staterello buffo e diarrotico, questa farsa di classe politica corrotta e inetta (quando va bene), per mimetizzare la totale incapacità di mantenere la legalità, accusa a priori le vittime di reati cadendo poi in contraddizione totale quando accusa di abuso di legittima difesa. Se un pensionato viene rapinato all’ufficio postale chi sarà il colpevole? Riesci ad immaginarlo?

            • enrica

              la difesa passiva e’ auspicabile..ed in quest’ottica rientra il provvedimento citato…
              la difesa attiva..trasformerebbe la societa’ in un farwest…con conseguenze estreme…e giustamente va regolata e sanzionata se in eccesso…
              non siamo in america…per fortuna…dove girano tante armi e ci sono dei fanatici che non vedono l’ora di usarle…

              • monrefuge

                certamente è preferibile farsi ammazzare.

                • enrica

                  L’ uso delle armi non mette al riparo da questa eventualità…proprio l’America insegna…

                • monrefuge

                  ok, se hai l’indole dell’agnellino fai pure. Io preferisco uccidere che farmi ferire.

  • monrefuge

    continui a spostare l’obiettivo. Non me ne frega nulla se la norma, per favorire le assicurazioni, è chiudere l’auto, il punto è un altro:NON ME LA DEVI RUBARE. E se me la rubi ti amputo gambe e braccia, p.d. (bestemmia)!!!

  • La reale motivazione della multa è l’accattonaggio condiviso tra TUTTI i comuni, disastrati nei bilanci, governati da incapaci. Che dire, finché non capirete che TUTTI questi pseudo-amministratori vanno sottoposti a bastonatura non ne usciremo!

    • monrefuge

      e vanno bastonati anche quei dementi che li votano.

  • Sarebbe interessante sapere che definizione dà il vigile del concetto di onestà….

  • monrefuge

    Seguendo la stessa illogica dovremmo accusare le banche a causa della carte di credito che possono essere clonate, o la zecca di merda per le banconote false, le forniture di energia elettrica perchè può essere rubata, la vita stessa perchè può essere tolta, solo l’imecillità dei nostri politicanti sinistri è immune da ogni accusa.

  • monrefuge

    Lo staterello buffo, dimokratiko e sinistroresistente non è in grado di far rispettare nemmeno la legge sui biglietti del tram e sposta sulle vittime l’onere di combattere la delinquenza (ma senza danneggiare i malviventi parenti e amici). E la colpa è di chi vota quella merda del PCI (non accetto rettifiche).

    • vedo solo Democrazia Cristiana unita ai peggiori sinistrati. peggio del PCI

      • monrefuge

        tutto ciò che fu a sinistra del Movimento Sociale è pci.